Perché, secondo me, Apple con il suo servizio di musica in streaming ha fatto una porcata.

Va fatta una premessa: sono un utente Spotify da quando il servizio di musica in streaming svedese è arrivato in Italia e francamente non mi sogno di abbandonarlo mai, un po’ perché ho scaricato quasi 60 giga di musica, sapientemente divisi in playlist; un po’ per il servizio che offre, semplicemente splendido. Tuttavia facendo la portabilità a 3 il mio gestore mi ha regalato 6 mesi di Apple Music, così visto che è gratis l’ho installato e devo dire che sono profondamente deluso, perché direte voi? Innanzitutto l’immettere musica in una playlist è macchinoso: bisogna far partire il brano e poi lo si può inserire nella playlist, mentre con Spotify si può fare senza far partire il brano; i brani scaricati nella libreria, ovvero fuori dalle playlist, si salvano automaticamente in remoto mentre con Spotify puoi decidere se i brani salvati nell’omonima sezione vadano scaricati o meno; Spotify ha un servizio di music discovering nettamente migliore di Apple Music e questo, in un servizio di musica in streaming, è fondamentale, visto che questi servizi hanno la prerogativa di farti scoprire musica nuova. Insomma Apple stavolta ha toppato e, visto che Apple Music è sul mercato da tempo, non credo voglia migliorarlo ponendo fine agli errori del passato. Insomma, viva Spotify.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...